Caldaia bloccata: quali sono le cause?

Caldaia bloccata quali sono le cause

Forse a tutti almeno una volta nella vita sarà capitato di ritrovarsi con una caldaia bloccata, che non consentisse di accendere i termosifoni o di scaldare l’acqua. Attraverso questo articolo vedremo quali sono le principali cause di questo blocco.

Le principali cause di un blocco della caldaia

Quando una caldaia va in blocco significa che c’è qualche problema che impedisce a questo apparecchio di funzionare in maniera corretta. Quando questo succede, si attiva un sistema di sicurezza che al fine di evitare ulteriori danni, blocca immediatamente il dispositivo.
Ma perché questo succede? Le cause sono molteplici e le analizzeremo di seguito.

Il primo motivo potrebbe essere quello dovuto a un eccesso di calcare, non a caso quest ultimo si presenta come uno dei principali nemici dei sistemi idraulici. Infatti il calcare non consente all’acqua calda di passare e ciò porta a una riduzione del flusso che blocca la caldaia. E’ un problema molto comune e per cercare di prendere in tempo la situazione basta confrontare il getto dell’acqua calda con quello dell’acqua fredda. Se quest ultimo è superiore significa che potrebbe esserci un eccesso dei calcare nei filtri.

Al fine di evitare il blocco della caldaia è opportuno rivolgersi in tempo a esperti specializzati nel settore, che attraverso una pulizia con prodotti particolari, tra cui acido, riusciranno a sciogliere il calcare e a fare in modo che l’impianto non subisca ulteriori danni.

Altro motivo che può portare a un blocco della caldaia è l’interruzione del gas, infatti nel momento in cui questo viene a mancare, automaticamente a anche la caldaia non potrà funzionare, perché sarà impossibilitata ad accendere la fiamma pilota.

Per avere conferma di quanto detto si potrebbe provare ad accendere i fornelli, se si nota che il gas non esce si può risalire al motivo di blocco della caldaia.
Anche in questo caso è bene rivolgersi a persone competente al fine di riparare il guasto in modo efficiente.

La caldaia potrebbe anche non funzionare a causa di un problema al sistema elettrico. Anche l’energia elettrica come il gas è una fonte di alimentazione pertanto, se viene a mancare si potrebbe riscontrare un blocco nella caldaia.

Senza corrente infatti sarà impossibile vedere la propria caldaia accesa, pertanto la soluzione più ovvia in situazioni come questa è aspettare che torni la corrente e se la caldaia dovesse continuare a dare problemi chiamare un tecnico specializzato.
Altro motivo che giustifica il blocco della caldaia è l alta o bassa pressione dell’acuqa, infatti deve aggirarsi in un range compreso tra 1,2 e 1,5, bar cercando di non uscire fuori da questi valori.
Il blocco della caldaia può aversi anche per motivi legati all’eccessiva aria nei radiatori, infatti si possono formare delle bolle all’interno dei termosifoni, in grado di impedire un riscaldamento adeguato. E’ necessario pertanto liberare il termosifone da tutto ciò che lo ostruisce, questo avviene sfiatandoli uno per uno.

Ultima causa del blocco della caldaia è l‘insufficienza di tiraggio nel gas di scarico. Rispetto quelle viste fino a questo momento, sicuramente è il problema più difficile da risolvere, trattandosi infatti di un blocco più complesso che ostruisce gli impianti di tiraggio. Per questo motivo sarebbe opportuno rivolgersi a un tecnico specializzato che possa risolvere il problema attraverso una completa pulizia dell’impianto.

Il blocco della caldaia è molto frequente, tuttavia ora è possibile conoscere alcune delle cause che possono portare a questo problema. Il consiglio è sempre di rivolgersi a persone competente che siano in grado di riparare il guasto, tuttavia se il problema è banale anche da soli si riuscirà a riattivare la caldaia. Chi si trovasse nei pressi della capitale e necessitasse di assistenza caldaie a Roma, può rivolgersi a caldaie GCS, che possono risolvere il maniera efficace il problema. Per ulteriori informazioni sui servizi offerti dall’azienda è possibile visionare caldaiegcs.it.