Qual è la migliore strategia di marketing per un’azienda?

Qual è la migliore strategia di marketing per un'azienda

Se hai un sito potresti credere che in qualche modo il sito ‘si venderà da solo’.
Questo è un errore che spesso si commette, e non solo per motivi legati al budget che all’inizio non si vuole spendere. Ci si ritrova a pensare che se un prodotto è buono i clienti arriveranno. Niente di più sbagliato, anche perché se esiste il detto che recita ‘la pubblicità è l’anima del commercio’, un motivo ci sarà. Vediamo dunque in questa guida qual è la migliore strategia di marketing aziendale e perché dovresti prevederla.

Marketing aziendale: uno strumento imprescindibile

Se nessuno conosce il tuo prodotto, come fa ad acquistarlo?
Questa è la prima domanda che dovresti porti.
La seconda domanda potrebbe essere: ‘Se nessuno parla bene del mio prodotto perché qualcuno dovrebbe acquistarlo?’.
In sostanza questo è il marketing aziendale, cioè una campagna di comunicazione ottimizzata che porta potenziali clienti a te e li fidelizza.
Servono naturalmente degli strumenti ad hoc, che vedremo in questa guida, non basta certo che ‘se ne parli’ in senso generico.
La rete sarà il tuo grande alleato nella costruzione di un piano di marketing aziendale, a patto di saperla impiegare.
Altrimenti, rischi di ottenere l’effetto contrario: Internet ha le sue regole che non vanno violate, per non entrare nella black list dei siti non autorevoli.

Ad ogni attività la sua strategia: non esagerare

La seconda regola da seguire è che se è vero che esistono decine di strategie, è anche vero che non dovrai di certo usarle tutte.
Si comincia in genere con la definizione dell’obiettivo.
Cosa vuoi ottenere, in quali tempi, e che budget hai a disposizione per farlo?
Potresti quindi concentrarti su una campagna Adwords con parole chiave, o con una landing page che miri a raccogliere utenti da collocare in una mailinig list.
Potresti sfruttare i social per diffondere il brand.
Come vedi le strade sono molteplici, ma come recita un altro detto, ‘Se non sai dove vuoi andare ogni strada è uguale’.
Stabilisci un obiettivo, da quello consegue il secondo passo.
Facciamo esempi concreti:

  • vuoi aumentare le visite al sito: poniamo il caso che il tuo obiettivo sia questo, perché sul tuo sito offri consulenze o vendi prodotti e vuoi che gli utenti ne vengano a conoscenza. Devi strutturare una strategia che miri a quello. Quindi, via libera alla pubblicazione con costanza di post e articoli con keywords e campagne mirate per contenuti;
  • vuoi aumentare le vendite di un certo prodotto: in questo caso potrebbe darsi che gli utenti siano già atterrati sul tuo sito ma che, per qualche motivo, tu non riesca a ‘convertire‘. Dovrai strutturare una strategia che trasformi l’utente in cliente. Come? Form di iscrizione, rilascio di un benefit come un ebook gratuito da scaricare a chi lascia la mail e sconti sui prodotti in vendita;
  • vuoi aumentare la visibilità del tuo marchio: ecco un’altra possibilità che potresti desiderare. Sei uno stilista che sta organizzando una sfilata, e non avrebbe senso cercare di aumentare le vendite prima dell’evento. Sarà più idoneo aumentare la conoscenza del brand in modo che quante più persone possibili accoreranno all’evento, dove potranno acquistare.

Non è però finita qui.

La SEO: la tua grande alleata

Torniamo sempre agli esempi fatti in precedenza per simulare delle possibili e concrete strategie.
Se vuoi aumentare le visite al sito, dovrai fare in modo che il sito si posizioni in alto nei motori di ricerca.
Niente scorciatoie, Internet non perdona in questo senso.
Comincia monitorando la tua autorevolezza con
questo strumento utilissimo che ti dice qual’è il posizionamento.
Ora procedi aumentando la visibilità in ottica SEO, cioè produci almeno una volta a settimana contenuti di qualità senza duplicati e senza link building provenienti da siti considerati scadenti.
In sostanza devi comunicare a Google e agli altri motori di ricerca che il tuo sito è un sito di qualità verso il quale è utile portare gli utenti che stanno cercando qualcosa.