WINDOWS MRT: LO STRUMENTO MICROSOFT PER RIMUOVERE MALWARE. MA ATTENZIONE A NON CONFONDERLO CON UN ANTIVIRUS!

WINDOWS MRT: LO STRUMENTO MICROSOFT PER RIMUOVERE MALWARE. MA ATTENZIONE A NON CONFONDERLO CON UN ANTIVIRUS!

C’è un appuntamento fisso ogni martedì del mese con gli aggiornamenti automatici di Windows tramite Windows Update. Tra i dettagli è possibile riscontrare l’installazione di uno strumento per rimuovere malware di Microsoft, anche se non ne è chiaro il suo funzionamento dal momento che su Windows non si trova un’opzione per avviarlo.

E allora a cosa serve questo tool di rimozione virus? E’ un modo per Microsoft di venire in aiuto ai pc Windows senza antivirus, facilmente minacciati e prede di malware di ogni tipo, soprattutto worm (vedi differenza tra malware, worm, trojan e altri virus), limitandone i danni ed evitando una diffusione catastrofica per il computer.

Ma attenzione a non confondere questo strumento con le potenzialità di un antivirus, assai più efficace e specializzato contro i malware. Pur non potendo sostituire l’antivirus, questo strumento è efficace per difendere il sistema da infezioni comuni ma pur sempre pericolose.

Impostati gli aggiornamenti automatici dunque, ogni secondo martedì del mese Microsoft Microsoft avvierà una nuova versione del tool per rimuovere malware scaricabile da Windows Update. Al momento dell’installazione viene eseguita anche una scansione rapida per verificare che il pc non abbia già  in seno la serpe di malware dannosi e conosciuti, in modo tale da intervenire per eliminarli in caso di rilevata presenza. Vi state domandando come mai non avete mai visto un avviso in cui all’utente viene comunicata l’individuazione di un malware da parte di questo tool Microsoft?

Blaster, Sasser e Mydoom sono solo alcuni dei più tristemente famosi worm auto replicanti in rete che l’aggiornamento può contrastare in modo rapido. Grazie all’aggiornamento di questo tool di Microsoft ogni mese, insieme alla scansione automatica in background, potranno essere rimosse velocemente i malware dai pc tutti insieme, limitando il dilagarsi dei virus e dei loro effetti. Come già specificato l’efficiacia di questo strumento ha dei forti limiti e implica che il computer abbia già un antivirus aggiornato. Quali sono questi limiti?

La sua azione è successiva all’infezione del virus, è dotato di database limitato, non previene la minaccia, né protegge in tempo reale come invece fa un antivirus che si aggiorna quotidianamente per scovare i virus nascosti, e il malware viene identificato solo quando Windows è in esecuzione.

Come avviare dunque il tool di rimozione Malware di Windows?

  • Manualmente, anche in WIndows 10, scrivendo sullo spazio di ricerca del menu Start, il comando MRT, ossia Microsoft Removal Tool. Dovrete scarica la versione più aggiornata se il tool è fermo a 60 giorni prima;
  • Proseguire nella prima schermata e selezionare l’analisi con cui si desidera procedere tra rapida, completa o personalizzata. Quest’ultima agisce su file specifici, mentre la scansione antimalware completa è senza dubbio più accurata rispetto a quella rapida.

Visto che il controllo è notevolmente limitato, non consigliamo di procedere con la scansione manuale ma anzi è necessario affidarsi all’alta tecnologia di programmi avanzati e personale esperto in grado di gestirli, affrontare eventuali criticità informatiche ed eliminare definitivamente worm, malware, trojan e altri virus.